Expo, cosa mi è piaciuto e dove ho mangiato
3 Settembre 2015 • POSTATO IN: MY LIFE
E' la terza volta che torno ad Expo e vi dirò.. ci tornerei ancora!
Ad Expo passi da uno stato all'altro, da una cultura all'altra e da cibi estremamente diversi tra loro in 4 passi.
Oggi vi voglio raccontare quelli che sono stati i padiglioni che mi hanno colpita di più, quelli che non mi hanno colpita per niente e i posti in cui sono andata a mangiare. Ovviamente quello che vi dirò sarà il mio personalissimo punto di vista.





Gli orari di ingresso ad Expo recentemente sono cambiati, è infatti possibile entrare un'ora prima, quindi alle 9, dall'entrata Merlata e da quella Roserio. Allo stesso modo anche l'entrata serale è stata anticipata alle 18 così da consentire di visitare qualche padiglione in più visto che la maggior parte di essi alle 20.30 chiudono.
La coda all'entrata di Expo secondo me difficilmente è prevedibile. Una mattina (quando ancora l'ingresso era alle 10), arrivata alle 9.30 sono entrata alle 11.15 (ho proprio iniziato bene!), un altro giorno sono invece arrivata alle 9.50 e alle 10.10 ero dentro.
All'entrata mi è stata consegnata la cartina per visitare al meglio il sito espositivo.

Padiglione zero: SI
Si trova subito di fronte all'entrata, racconta la trasformazione della terra da quando è arrivato l'uomo sino ad oggi. Da vedere!





Brasile: NI
La prima volta che sono andata la coda era lunghissima e non mi sono fermata, l'ultima volta invece c'erano giusto 10 minuti di attesa e abbiamo aspettato. Vi troverete sopra ad una rete sospesa che è divertente soprattutto per i bimbi. Sotto la rete invece si trova un'area con ortaggi, fiori e piante.







Spagna: NO

Corea del sud: SI'
All'entrata di questo padiglione ci sono state poste le seguenti domande: "Cosa dobbiamo mangiare?", "Come dobbiamo mangiare?" e "Fino a quando possiamo mangiare in modo sostenibile?".
La loro idea è quella di ragionare su come potrà essere fornito il cibo all'umanità nel futuro.





Malaysia: NO
Il padiglione ha la forma di quattro semi e all'interno l'idea è quella di essere in mezzo alla foresta pluviale.
Non mi ha però lasciato niente.

CINA: SI'
Penso che sia uno dei padiglioni più fotografati all'esterno con una bella e profumata distesa di tageti. L'idea della Cina è quella di mostrare i suoi progressi nel campo dell'agricoltura e ricordare che l'uomo è parte integrante della natura. 







Azerbaijan: NI
E' un padiglione disposto su tre livelli, i quali rappresentano tre diverse biosfere e vengono mostrate le risorse naturali, agricole e produttive del paese.

Emirati Arabi Uniti: SI'
Questo, a mio parere, è il secondo padiglione più bello presente ad Expo, nell'attesa vi sembrerà di stare tra le dune del deserto.
Nel padiglion il filo conduttore è la storia di una famiglia e vengono mostrati i cambiamenti che si sono verificati in quell'area nelle varie generazioni. L'ho trovato interessante e ve lo consiglio. I tempi di attesa sono abbastanza lunghi ma ne vale la pena.



Kazakistan: SIIIIIII
Eccolo, il mio padiglione preferito. Anche qui la coda per entrare è abbastanza lunga, noi siamo stati circa 50 minuti ma la rifarei tranquillamente.
All'inizio abbiamo assistito ad una ragazza che con della sabbia colorata raccontava la storia del suo paese, si passa poi all'area in cui vengono spiegate le nuove tecnologie agricole messe a punto dal Kazakistan, ci siamo trivati di fronte ad un acquario di storioni da cui si ottiene il caviale provenienti dal Mar Caspio, in questo padiglione è anche possibile assaggiare il latte di cavalla (auguri!!!) e la visita termina in una sala 3D in cui sembrerà di volare davvero in Kazakistan.









Israele: SI'
All'esterno del padiglione è disposto un giardino verticale in cui le piante verranno di volta in volta modificate con il passare dei mesi. Il messaggio di Israele sta nello spiegare il suo cambiamento che è avvenuto negli ultimi anni, grazie alla ricerca e allo sviluppo e come ha fatto a rendere fertili molti terreni presenti in aree aride.

Italia: NO
Mi spiace dirlo, ma il padiglione dell'Italia mi ha un pò delusa. La coda è interminabile e secondo me non ne vale proprio la pena. L'unica cosa che ho trovato carina è stata la sala di specchi in cui venivano mostrare le varie bellezze del nostro paese. 



Svizzera: BOH
Era nella mia lista delle cose da vedere ma il giorno stesso ho scoperto che la visita andava prenotata da casa.. ed ovviamente quando me ne sono accorta non c'era più posto.

Austria: NI
Se avete tempo (e non avete mai visto un bosco) è una cosa carina da vedere... altrimenti anche no.

Kuwait: NI

Turchia: SI'
Questo padiglione è composto prevalentemente da aree all'aperto, confesso che non mi ha lasciato granchè tuttavia mi è piaciuta molto la sua struttura. Non ci sono mai code, quindi perchè non passarci?









Marocco: SI'
La struttura ricorda una fortificazione araba, all'interno è possibile immergersi nella cultura marocchina, vedere come viene sfruttata l'acqua in questo territorio e scoprire quelli che sono i loro prodotti tipici.





Qatar: SI'
Il padiglione richiama un tipico mercato arabo, il souq. L'impegno del Qatar è quello di offrire un cibo sano e sicuro. Mi è piaciuto molto il fatto che ci sono stati raccontati i piatti tipici del posto e ci sono state spiegate le loro usanze.









In questo padiglione è anche possibile farsi fare un tatuaggio gratuito all'hennè o farsi scrivere il proprio nome in arabo.

Giappone: NO
Ok, incredibile ma vero, a me questo padiglione non è piaciuto. Vista la lunga coda ho pensato che forse meritasse davvero la visita... ecco, una volta fuori mi sono ricreduta.
La visita all'interno del padiglione è abbastanza lunga, sommata alla coda che vi farete quasi sicuramente fuori, vi porta via un sacco di tempo. Questo è stato un altro padiglione che non mi ha lasciato nulla, è bello da vedere all'esterno ma l'ho trovato un pò noioso.











Russia: NI
In questo padiglione viene raccontato come alcuni scienziati russi siano riusciti nell'impresa di modificare il tipo di agricoltura. E' possibile salire all'ultimo piano dove è presente una terrazza da cui è possibile ammirare tutto il sito espositivo.



Oman: NI

Estonia: NI
Se volete fare un giro in altalena qui siete nel posto giusto..io non scendevo più!!

USA: NO



UK: NO
Passando per un prato in cui è possibile sentire tutti i rumori della natura si arriva a questo immenso alverare.
Il fatto è che oltre a questo e al bar sulla terrazza non c'è altro.





Padiglione del vino: NI







Nepal: SI'



Piazza della biodiversità: SI'







Ed ora arriviamo al cibo, dove mangiare ad Expo? Noi quando ci siamo andati ci siamo affidati un pò al caso e non ci siamo trovati male.
Ho provato a cenare in Argentina (preparatevi ad una fila immensa anche lì), a mangiare patatine in Belgio (super buone), a pranzare con una baguette monsieur in Francia, a fare uno spuntino in Sudtirol e a fare un aperitivo sulla Terrazza Martini.













Fate anche un salto alla Coop dove potrete fare rifornimento di bevande ad un prezzo di sicuro inferiore rispetto a quello con cui lo trovate fuori e poi potrete trovare focacce, panini, frutta, ... donuts! ;)



Vi consiglio infine di rimanere a vedere lo spettacolo dell'albero della vita... a me è piaciuto veramente un sacco ed è stato emozionante!







Penso di avervi detto tutto, io farò un salto ancora ad Expo... molto probabilmente di sera!
E voi ci siete stati? Quali sono i padiglioni che vi sono piaciuti di più e quali meno? ;)









Aggiungi un commento



Nome (richiesto)

Email (nascosta, ma richiesta)

Sito web/blog (opzionale)

2 COMMENTI
Parto sabato per visitare 2 giorni l'Expo .. Grazie per questo post ! Mi segno tutto 😁
Un bacio ..
Michelapi il giorno 22/09/2015 alle ore 08:53 RISPONDI
Ciao Michela, spero di esserti stata di aiuto!
Fammi sapere e buona visita! ;)
Daria il giorno 22/09/2015 alle ore 21:49
Siete alle prese con la valigia per il mare? Ecco 5 capi e accessori che non potete non portare con voi in vacanza.
Un weekend trascorso tra distese di girasoli, di ulivi e vigne. Le meraviglie che ci regala l'Umbria.
I miei cinque desideri nel cassetto. Quello a cui tengo di più? L'ultimo! Venite a scoprirli...
Qualche consiglio per una gita sul Lago di Como: cosa vedere a Bellagio.
Qualche consiglio per dare un tocco di originalità ad una normalissima parete bianca. Curiosi? Venite a leggere!
Una piccola selezione degli acquisti che ho fatto e di quelli che vorrei fare
Continua la mia rubrica sui consigli del weekend, questa volta la nostra meta è stata il Lago Palù e lo abbiamo raggiunto con le ciaspole!
Una nuova giornata da ricordare, con questo vi porto con noi in Engadina, nella stupenda Val Roseg.
Vi porto con me nel nuovo punto vendita de "Le Botteghe di Leonardo" di Milano... un nuovo posticino del cuore che ho aggiunto alla mia lista.
Se anche voi, come me, quando si avvicina il Natale siete a corto di idee, ecco un post che potrà tornarvi utile!!
New York è davvero una città che ti rimane nel cuore. Particolare ed unica. Nel post vi racconto quali sono i posti che non potete proprio perdervi!
Una calda giornata autunnale in Svizzera. Vi portò con me al Lago di Saoseo e della Val Viola.