24 ore a Venezia, cosa vedere e dove mangiare
22 Aprile 2016 • POSTATO IN: MY LIFE
Non tutte le vacanze possono andare bene dall'inizio alla fine e quest'ultima mini vacanza ne è un esempio purtroppo concreto, ma partiamo dall'inizio, dalla stupenda meta che abbiamo scelto.
Venezia è Venezia, non servono infatti troppi aggettivi o fronzoli per descriverla perchè basta esserci stati anche una sola volta per capire quanto sia affascinante come città.
Io e mia mamma abbiamo quindi approfittato di 24 ore di "libertà" per fuggire a Venezia con l'idea di fare anche una tappa a Burano dove io non ero mai stata.
Partite alla volta di Venezia di pomeriggio, in modo da essere già lì per poterla girare per bene il giorno dopo, abbiamo alloggiato Al Canal Regio, un hotel che si trova davvero in un'ottima posizione: a 10 minuti a piedi dalla Stazione Santa Lucia e a 10 minuti da Piazza San Marco. Un hotel moderno, pulito e in cui alcune camere hanno una stupenda vista sul canale.
Su TripAdvisor , a casa, avevo cercato un posticino carino in cui poter andare a cenare quella sera, appena arrivate, e per fortuna la scelta si è rivelata ottima.
Non posso quindi che consigliarvi l'Osteria Da Alberto, un posticino frequentato soprattutto dai veneziani in cui si mangia davvero d-i-v-i-n-a-m-e-n-t-e!!



Calle Giacinto Gallina
Cannaregio, 5401, 30121 Venezia


Noi abbiamo iniziato con un antipasto a base di sarde in saor, un piatto tipico veneziano a base (appunto!) di sarde servite con cipolle, pinoli e uvetta che erano la fine del mondo, io che non sono una vera amante del pesce mi sono dovuta ricredere, troppo buone, avrei fatto il bis!
Di primo ho poi preso un bel piatto di spaghetti con i caparosoli mentre la mamma un piatto di spaghetti al nero di seppia.
Siamo sicuramente uscite piene e soddisfatte, segnatevi questo posticino!
Se poi cenate lì e siete già da quelle parti, vi consiglio una tappa all'Ospedale Ss. Giovanni e Paolo, che detta così potreste pensare "Ma questa è rimbambita? Ci consiglia di andare all'ospedale?" eheh, vi consiglio di entrare soltanto nel salone che si trova una volta varcata la porta. Questo non ha proprio niente a che vedere con i soliti grigi e freddi ospedali a cui siamo abituati.
Basta guardare questa immagine che ho trovato su Google per capire:



Il giorno successivo sveglia quasi all'alba (roooonf) per andare a prendere il vaporetto in direzione Burano, fate conto che da Venezia a Burano ci vogliono circa 40 minuti di navigazione, dipende poi anche da che molo lo prendete e quante fermate ci saranno su quella linea. Vista la nostra posizione, noi siamo andate a Fondamente Nuove e ci siamo recate all'imbarco della linea 12.





Arrivate a Burano abbiamo trovato... un cielo grigisssssimo, peccato! Ma per fortuna c'erano tante ma tante di quelle case colorate che sono riuscite a ravvivare lo stesso quella mattinata.
Abbiamo quindi passato la mattina a girare per le viuzze colorate di Burano, abbiamo visto ciò che la rende famosa, ovvero i negozi di merletti e siamo poi tornate a Venezia dove ad accoglierci c'era un bel cielo azzurro!









Una volta a Venezia abbiamo fatto una tappa nella Basilica di San Marco, non c'ero mai stata, mia cognata me l'aveva stra-consigliata e quindi perché non entrare?
All'interno non si possono fare fotografie ma fidatevi, vi consiglio davvero di visitarla perchè è stupenda.
Stupendi sono i suoi mosaici dorati, i marmi, le cupole... vabbè, tutto, é davvero una perla!





Dopo questa visita ci siamo concesse una passeggiata per le vie di Venezia, senza una vera meta perchè il bello di questa città è proprio questo, perdersi tra le sue viette.







Venezia infatti offre angoli da togliere il fiato, ogni ponte, ogni canale ha un particolare da immortalare ed io in questa vacanza non ho fatto altro che fotografare e fotografare!



Girovagando senza meta abbiamo poi attraversato il Ponte di Rialto (impossibile non farlo visto che tutti i cartelli portano qui!!!) e mi sono subito ricordata del food tour che avevo fatto con il Westin Europa Regina (e di cui vi avevo parlato QUI, vi ricordate?) e così ho deciso di portare la mamma a vedere il Mercato di Rialto che si trova proprio a pochi passi dall'omonimo ponte.





Poi qui vicino mi sono anche ricordata di un posticino in cui avevamo mangiato davvero benissimo la scorsa volta e così ci siamo andate, abbiamo cichettato alla Cantina do Spade con un bel bicchiere di vino.





E niente, Venezia è proprio unica, spero che queste mie fotografie siano riuscite a trasmettere anche a voi la magia di quelle 24 ore trascorse lì.







Purtroppo il ritorno a casa ha subìto qualche imprevisto, il nostro FrecciaRossa ha infatti raggiunto un ritardo disumano, circa 150 minuti. Oltre a perdere la coincidenza con il treno che da Milano ci avrebbe portato a casa, non abbiamo potuto prendere alcun treno per casa visto che dovevamo arrivare a Milano alle 22.25 ma ci siamo arrivati all'1.15 e di treni a quell'ora non ce n'erano più.
Chi mi segue su Snapchat avrà sicuramente vissuto in diretta la mia disavventura, e vabbè..siamo poi solo arrivate a casa alle 3.30 mezze morte.
Disavventure che possono succedere a parte, Venezia ci rivedremo, promesso!





Aggiungi un commento



Nome (richiesto)

Email (nascosta, ma richiesta)

Sito web/blog (opzionale)

6 COMMENTI
Passarla con Te mi ha ripagata di tutti i disguidi. Ripetere Presto!!
Bacio
Ceci il giorno 22/04/2016 alle ore 08:09 RISPONDI
Scegli la prossima meta! ;)
Daria il giorno 23/04/2016 alle ore 13:54
Venezia è una città magica! Complimenti per le foto!
Susu Life il giorno 22/04/2016 alle ore 15:51 RISPONDI
Ma grazie!! Impossibile non scattare con un soggetto bello come Venezia!
Grazie per essere passata e buon pomeriggio!
Daria il giorno 23/04/2016 alle ore 13:55
Venezia è davvero unica e queste foto lo dimostrano! Un bacio Daria
rossella il giorno 22/04/2016 alle ore 22:16 RISPONDI
Ciao Ross, così bella che non tornerei più a casa!!!
E poi sentire i veneziani che parlano... hahah mi piace un sacco il loro accento!
Un bacio Ross!
Daria il giorno 23/04/2016 alle ore 13:57
Siete alle prese con la valigia per il mare? Ecco 5 capi e accessori che non potete non portare con voi in vacanza.
Un weekend trascorso tra distese di girasoli, di ulivi e vigne. Le meraviglie che ci regala l'Umbria.
I miei cinque desideri nel cassetto. Quello a cui tengo di più? L'ultimo! Venite a scoprirli...
Qualche consiglio per una gita sul Lago di Como: cosa vedere a Bellagio.
Qualche consiglio per dare un tocco di originalità ad una normalissima parete bianca. Curiosi? Venite a leggere!
Una piccola selezione degli acquisti che ho fatto e di quelli che vorrei fare
Continua la mia rubrica sui consigli del weekend, questa volta la nostra meta è stata il Lago Palù e lo abbiamo raggiunto con le ciaspole!
Una nuova giornata da ricordare, con questo vi porto con noi in Engadina, nella stupenda Val Roseg.
Vi porto con me nel nuovo punto vendita de "Le Botteghe di Leonardo" di Milano... un nuovo posticino del cuore che ho aggiunto alla mia lista.
Se anche voi, come me, quando si avvicina il Natale siete a corto di idee, ecco un post che potrà tornarvi utile!!
New York è davvero una città che ti rimane nel cuore. Particolare ed unica. Nel post vi racconto quali sono i posti che non potete proprio perdervi!
Una calda giornata autunnale in Svizzera. Vi portò con me al Lago di Saoseo e della Val Viola.