Le 10 cose da sapere prima di un viaggio a New York
30 Settembre 2016 • POSTATO IN: MY LIFE
Mancano pochi, pochissimi giorni alla partenza per New York.
In queste ultime settimane sono stata assente dal blog ma tra laurea, preparativi, tesi e febbre (ebbene sì, ha deciso di farmi visita proprio due giorni prima della laurea) ero abbastanza presa.
Fino al fatidico giorno non ho quindi potuto proprio organizzare nulla del nostro viaggio a New York.
Credetemi, non si tratta di un viaggio qualunque per cui bastano due giorni per mettere giù le cose da vedere ed affidarsi al caso.
Le cose da vedere a New York sono tante e durante la fase di organizzazione qualsiasi consiglio da persone che ci sono già state é più che gradito.
Io ho fatto affidamento a voi, su Snapchat alle mie domande "Cosa non posso perdermi a New York?" e "Quali negozi devo assolutamente segnarmi?", vi siete sbizzarrite e mi avete dato un sacco di consigli utili. Grazie!!
Mi trovo quindi qui, con liste, fogli, quaderni e cartine a cercare di incastrare tutte le cose da vedere, i negozi in cui entrare e i posti in cui andare a mangiare.
Con questo post volevo però darvi qualche consiglio tecnico per la fase organizzativa prima della partenza, una volta che tornerò da NY seguiranno sicuramente tanti altri post!


Credit: www.nytimes.com

Noi staremo in America 12 giorni, l'ultimo giorno della vacanza ci trasferiremo a Boston e torneremo a casa da lì.
Non sappiamo ancora se in uno dei vari giorni in cui ci troviamo a New York, aggiungeremo anche una visita in giornata a Washington, quindi se avete consigli prima di lunedì, sono ancora ben accetti. :)

La prima cosa che bisogna prenotare per andare a New York è, ovviamente, il volo. Noi partiremo con Alitalia e arriveremo al JFK con volo diretto, non so se sono ancora pronta per tutte quelle ore in volo ma sono armata di IPad con Candy Crush, qualche altro gioco, della musica e qualche libro scaricato. Consigliano di bere molto durante il viaggio (non alcolici, sia chiaro! ;P Anche se potrebbero aiutare a far passare più velocemente le ore di viaggio), di camminare (ovviamente chiusi in un aereo le passeggiate sono consigliate nel limite del possibile) e di assumere melatonina già a partire da qualche giorno prima della partenza.

Un'altra cosa che bisogna decidere fin da subito è: alloggiare in hotel o in appartamento?
I prezzi degli hotel, anche prenotando in anticipo sono molto cari, ovviamente niente in confronto a Boston dove i prezzi sono veramente alle stelle.
Se a Boston, dove resteremo per una sola notte, abbiamo deciso di dormire in un hotel, a New York abbiamo invece optato per un appartamento trovato su Airbnb, vicino a Central Park. È la nostra prima esperienza con questo sito ma abbiamo letto recensioni positive, l'appartamento in cui resteremo sembra davvero carino e pulito e la ragazza che ce lo ha affittato è veramente gentile e premurosa quindi...speriamo!!!


Credit: www.viagginewyork.com

Un'altra cosa da ricordarsi prima della partenza é fare assolutamente una buona assicurazione sanitaria. I prezzi in America, anche per una semplice visita in Pronto Soccorso (speriamo di no!!!!!!!!) sono astronomici quindi meglio partire preparati con una buona copertura.
Dopo molte ricerche, l'assicurazione che abbiamo scelto noi é stata la Columbus, tra quelle che avevamo visto con massimali più alti e senza franchigia, e abbiamo fatto un'assicurazione completa: sanitaria, sul volo e sui bagagli.

Fino a poche ore prima del volo, mi pare siano 72, ricordatevi di fare l'ESTA, si tratta di un'autorizzazione di viaggio obbligatoria che si può fare semplicemente online su questo sito ufficiale. Non commettete l'errore di affidarvi ad altri siti-truffa dove vi chiederanno fino a 70€ per ottenere quest'autorizzazione. L'ESTA infatti costa 14$.

Un'altra cosa importante da ricordarsi prima di andare in America è che le prese della corrente sono diverse dalle nostre!
Noi su Amazon abbiamo comprato semplicemente degli adattatori, anche perchè le uniche cose che dobbiamo caricare saranno cellulare e tablet. 


Credit: www.sohohouse.com

A questo punto, altre due domande che un qualsiasi turista in procinto di andare a New York si farà: New York Pass o New York City Pass?
La differenza di questi due pass è data dal numero di attrazioni incluse e cosa non meno importante, dal prezzo.
Il più economico, e quello con meno attrazioni, 6 per l'esattezza, è il New York City Pass a 116$.
Tuttavia la nostra scelta è stata quella di non prendere nessuno dei due.
É ovviamente una scelta personale ma ho voluto seguire il consiglio di alcune amiche che già ci erano state (grazie anche a Gloria per tutti gli altri consigli che mi ha dato e chissà se riusciremo davvero a trovarci anche a New York!) e mi hanno appunto consigliato di non prenderli.
Alcuni musei, o almeno, quelli che vogliamo visitare noi, offrono l'entrata gratis in alcuni giorni, in alcuni orari, quindi per la sfera musei saremmo a posto. Per quanto riguarda un'altra attrazione inclusa nei pass, la Statua della Libertà, mi sono letta recensioni e recensioni prima di decidere. Sono molte le persone che hanno trovato deludente la salita sulla corona (da prenotare mesi prima) ed è per questo che stiamo optando per prendere il battello gratuito, lo Staten Island Ferry, da cui potremo ammirare la Statua della Libertà e il meraviglioso paesaggio che ha alle spalle da lì.
A meno che non scegliamo di prendere il battello che ci porta fino ai piedi della Statua della Libertà (senza salire) e proseguiamo la visita fino ad Ellis Island dove si trova il museo dell'immigrazione, vediamo!

Un'altra domanda che in questi giorni mi sono posta é stata: "Salire sull'Empire o sul Top of the Rock?"
Rullo di tamburi... la scelta è ricaduta sul Top of the Rock. Un po' perché da lì in cima è possibile ammirare la meraviglia dell'Empire, non più con il naso all'insù e un po' perché la vista che si ha su Central Park, dall'Empire non è paragonabile. Per salire occorre prenotare in anticipo il giorno e l'orario, ovviamente quello più gettonato è quello in prossimità del tramonto. Noi contiamo di aspettare di arrivare a New York ed essere sicuri del tempo che ci sarà nei giorni successivi in modo da sperare di beccare una bella giornata


Credit: www.fodors.com

Le tappe basilari che costituiscono la fase organizzativa di un viaggio a New York dovrei avervele dette tutte.
Ah, dimenticavo: la metropolitana! C'è la possibilità di acquistare due tipi di abbonamenti: 
- la Pay per Ride Metrocard è una card studiata per chi pensa di usufruire di poche corse, è ricaricabile e come dice la parola "paghi le corse che fai";
- la Unlimited Ride Metrocard, invece, è quella che acquisteremo noi. È disponibile in due tagli: da 7 e da 30 giorni. Noi, stando a New York 10 giorni, abbiamo pensato di acquistare due card da 7 giorni perché facendo qualche conto, alla fine è la scelta più conveniente. La Unlimited Ride Metrocard costa 31$ + 1$ per la card stessa che, se tornate a New York, potrete riutilizzare.


Credit: www.nycgovparks.com

Una volta compilata la lista delle cose da fare prima del viaggio, quella delle cose da vedere a NYC, quella dei posti in cui andare a mangiare a NYC, quale lista rimane da compilare?
Ma ovviamente la lista delle cose da portare a NYC!
Io ho iniziato a buttare giù un elenco e se per un solo weekend fuoriporta, solitamente porterei 5 paia di pantaloni, 10 magliette, due maglioncini, 3 scarpe, 2 gonne, ecc... in questo elenco ho inserito la metà della metà delle cose.
Ovviamente non ho mica intenzione di comprare il mondo (noooooo, certo che nooo! Da leggere con un tono non troppo convinto! ;P) è solo che se dovessi trovare quelle 2 o 3 cose (giusto 2 o 3 eh, non di più!) che mi piacciono non vorrei poi ritrovarmi la valigia piena perchè dall'Italia sono partita con duecentomila cose che poi non ho nemmeno messo.
Io ho poi un problema legato alle buste, nella mia borsa sono piena di buste: la bustina con le chiavi, quella con le cuffie, quella con i trucchi, quella con i medicinali, quella con i vari caricatori, quella con le caramelle, quella... devo continuare?
E' per questo che mi piacerebbe riuscire a organizzare la valigia con delle bustine.
Da Muji, o anche alla Decathlon, ho visto che ci sono diverse buste in tessuto per contenere in modo ordinato i vari indumenti.
Una novità appena scoperta è invece quella dei sacchetti di plastica sottovuoto. Funzionano come i sacchi di plastica in cui noi, ad esempio mettiamo i piumini per il letto. Anche l'IKEA li tiene, basta usare un aspirapolvere per togliere l'aria e occuperanno veramente pochissimo spazio.
Il problema nel caso di un viaggio sarebbe quello di procurarsi un aspirapolvere anche in America ed è per questo che esistono delle pompette apposta che occupano poco spazio e rendono sottovuoto i sacchetti. Se avete quindi dei piumini o dei maglioni, potrete inserirli in valigia senza occupare troppo spazio.



Credit: www.amazon.com

Ci sono poi anche dei sacchetti che non necessitano di pompetta ma basta arrotolarli per far uscire l'aria. GENI.
Ultimissima cosa da ricordarsi, una volta là, sarà quella di lasciare la mancia, che sia al cameriere o al tassista, o a chiunque presti per noi un servizio.
In molti consigliano di lasciare una mancia che si aggiri tra il 15% e il 20%, non di meno, se non vogliamo fare la figura dei pezzenti. Quindi, calcolate gente... calcolate!

Ora dovrei davvero avervi detto tutto, non vedo l'ora di partire e so già che New York sarà una città in cui lasceremo il cuore.
Vi consiglio di seguirmi sui miei vari social così che possiate venire anche voi, con me, nella Grande Mela.
Sia su Instagram che su Snapchat mi trovate come d_ariab, mentre sulla mia pagina Facebook mi trovate come A Daria Piace Mangiare.
E voi, siete mai stati a NYC? Se avete qualche consiglio dell'ultimo minuto... sono tutta orecchi!
A prestissimo,
D.


 




Aggiungi un commento



Nome (richiesto)

Email (nascosta, ma richiesta)

Sito web/blog (opzionale)

2 COMMENTI
ciao daria! io sono stata a ny ad agosto e se posso darti un consiglio non saltare la statua della libertà. anch'io avevo letto che era deludente invece è stato bellissimo, noi abbiamo prenotato i biglietti dall'italia su questo sito http://www.statueoflibertytickets.com/Statue-Of-Liberty-Tours/ scegliendo anche l'ingresso nel piedistallo e la vista da lì ne vale davvero la pena!
Noi come grattacielo abbiamo scelto di salire sul one world trade center e anche quello è stato bellissimo, vedi tutta downtown e poi al tramonto è stupendo.
Altra cosa che ci è piaciuta moltissimo è stata il tour dei rooftop sui grattacieli, consigliatissimo! Ah, e non dimenticare di assaggiare l'hamburger di shake shak!
Buon viaggio e goditi New York!
Cristina il giorno 30/09/2016 alle ore 14:29 RISPONDI
Ciao Cristina, ti rispondo soltanto adesso ma il tuo commento non me lo sono persa!!
Grazie per tutti i tuoi consigli, alla fine siamo scesi alla statua, una bellissima visuale!! Avevi ragione!
Tra tutti i grattacieli siamo saliti sul Top of the Rock, che vista, al prossimo viaggio tengo a mente il OWTC!!! E i panini di Shake Shack... fenomenaliiiiiiii!
Grazie per avermi scritto e buona giornata,
Daria
Daria il giorno 17/10/2016 alle ore 10:52
Come ogni anno è sempre dura ritornare alla realtà dopo una splendida vacanza, conoscete il mal di Sardegna? Noi benissimo...
Siete alle prese con la valigia per il mare? Ecco 5 capi e accessori che non potete non portare con voi in vacanza.
Un weekend trascorso tra distese di girasoli, di ulivi e vigne. Le meraviglie che ci regala l'Umbria.
I miei cinque desideri nel cassetto. Quello a cui tengo di più? L'ultimo! Venite a scoprirli...
Qualche consiglio per una gita sul Lago di Como: cosa vedere a Bellagio.
Qualche consiglio per dare un tocco di originalità ad una normalissima parete bianca. Curiosi? Venite a leggere!
Una piccola selezione degli acquisti che ho fatto e di quelli che vorrei fare
Continua la mia rubrica sui consigli del weekend, questa volta la nostra meta è stata il Lago Palù e lo abbiamo raggiunto con le ciaspole!
Una nuova giornata da ricordare, con questo vi porto con noi in Engadina, nella stupenda Val Roseg.
Vi porto con me nel nuovo punto vendita de "Le Botteghe di Leonardo" di Milano... un nuovo posticino del cuore che ho aggiunto alla mia lista.
Se anche voi, come me, quando si avvicina il Natale siete a corto di idee, ecco un post che potrà tornarvi utile!!
New York è davvero una città che ti rimane nel cuore. Particolare ed unica. Nel post vi racconto quali sono i posti che non potete proprio perdervi!