Diario di bordo – 0-18 settimane
7 Gennaio 2021 • POSTATO IN: MY LIFE
Tutto è iniziato comprando quel test, avevo un presentimento, sentivo che dentro di me qualcosa stava cambiando ma non volevo gridarlo troppo forte e quindi l’ho fatto di nascosto, non volevo dare false aspettative neanche al futuro papà.
Il risultato è stato positivo fin da subito, anche se ti dicono di farlo al mattino e non… alle 19 di sera.
Ho lasciato passare quei cinque interminabili minuti di attesa con il cuore a mille.
E se fosse positivo mi dicevo? E se invece fosse negativo?
Sono tornata in bagno e ho visto che quelle due lineette non erano cambiate, sempre due, sempre così marcate.
La prima sensazione è stata quella di sentirmi sulle nuvole, la nostra vita stava cambiando ma non ne ero spaventata, più che altro ero elettrizzata.
Sono uscita dal bagno, ho camminato senza sentire i piedi che toccavano il pavimento, ho tenuto il test tra le mani dietro di me e ho raggiunto Pietro che nel frattempo stava farfugliando qualcosa con della legna in mano, ma dal mio sorriso aveva subito capito che era successo qualcosa.
Non ho organizzato chissà quale sorpresa, gliel’ho fatto subito vedere perché le cose belle vanno condivise immediatamente. E da lì felicità, tanta felicità.
Dal test alla prima visita sono passate quasi due settimane, due settimane in cui mi sono chiesta più volte se fosse vero, se il test non si fosse sbagliato.
Sono anche tornata in farmacia a comprarne per sicurezza un altro, quello che ti dà anche il numero delle settimane. 3+, ok forse allora era vero.



Le prime settimane ho scoperto ben presto che non sono proprio una passeggiata.
Sia dal punto di vista fisico che mentale.
Nausee continue, vomito qualche volta, senso di spossatezza perenne, appena toccavo il divano dormivo e poi quella sensazione di ansia che ti accompagna quando accade qualcosa di nuovo che non conosci.
Non l’ho detto a nessuno per un bel po’ proprio per la paura che non fosse vero.
E a dire la verità nemmeno ora ho realmente capito che è tutto vero, se non per il fatto che… vedo tutto crescere… ;)
La prima visita è stata emozionante e strana allo stesso tempo.
Nella mia testa avevo immaginato di condividere quel momento con Pietro, di averlo lì accanto a me in quel momento così speciale e invece, nonostante la mia ginecologa riceva privatamente, non è potuto entrare.
Anche le visite successive le ho vissute da sola, ho sentito da sola per la prima volta il suo cuoricino battere e visto quel cavalluccio che si muoveva dentro di me.
Ora sto bene, dalle 13esima settimana sono di colpo scomparse le nausee, mi sento un po’ meno spossata e la pancia ora inizia a farsi vedere.
Ho ricominciato a mangiare, non per due (la mia ginecologa è stata chiara), ma molto di più dei primi mesi.
Ho una voglia continua di finocchi, di arance e di uva ma anche di un bel panino con il salame che purtroppo non posso mangiare.
La prossima visita che ho fissato sarà la morfologica e forse avremo la conferma del sesso del/della fagiolino/a.
Io fin dall’inizio ho avuto un presentimento, una sensazione, ma vediamo se ci ho azzeccato o meno.
Comunque vada, l’importante è che stia bene.
Sono felice, mi sento veramente felice e grata per quello che sto vivendo.
 
 
 




Aggiungi un commento



Nome (richiesto)

Email (nascosta, ma richiesta)

Sito web/blog (opzionale)

2 COMMENTI
Anche io sono emozionata ❤Tutti ti aspettiamo e ti vogliamo già bene😙
Cecilia Bolis il giorno 07/01/2021 alle ore 18:02 RISPONDI
Quanta felicità ♥️
Candida il giorno 07/01/2021 alle ore 20:19 RISPONDI
Una macchina e una meta che volevo raggiungere da tempo: la Provenza a luglio. Che dire? Venite a scoprirla...
Curiosi di scoprire gli ultimi prodotti che sto testando in questo periodo? Oggi si parla di beauty e di... uno strano oggetto che utilizzo per Grey.
Ecco a voi la nostra zona studio, ora che è finalmente stata completata posso mostrarvela.
La mia nuova passione? Divertirmi ad arredare la nostra casa. Dopo mesi di lavori ora finalmente è quasi completata!
Guida ai regali di Natale: qualche idea su cosa regalare per Natale senza perdere la magia di questo periodo.
Un nuovo appuntamento con i miei 5 acquisti azzeccati, questa volta si parla di vestiti, di scarpe e di prodotti per la cura della persona
Dopo anni di vacanze in Sardegna a due, quest'anno anche Grey è venuta con noi. Vi racconto com'è andata...
Alzi la mano chi non i è fatto contagiare dalla moda del momento: la borsa tonda in paglia!
Il mio compleanno si avvicina ed ecco le cinque cose che ho inserito nella mia lista dei desideri...
Eccoci con il terzo appuntamebto dedicato a Grey, oggi vi racconto di cosa le piace mangiare...
In queste ultime settimane ho scoperto che anche a Grey la belva piace mangiare. In questo post vi racconto di cosa va matta Grey...
Oggi vi presento chi mi ha rapito il cuore in questi ultimi mesi: Grey!